La rete Grin ha colpito con un attacco del 51% mentre

La rete Grin ha colpito con un attacco del 51% mentre la gettoniera GRIN rimane resistente

Un gruppo minerario sconosciuto controlla attualmente più della metà del potere della catena di blocco Grin.

Grin, una moneta criptata incentrata sulla privacy e costruita sul protocollo Mimblewimble, ha appena subito un attacco del 51% sulla sua catena di blocco.

Secondo un tweet del 7 novembre del gruppo Bitcoin System minerario 2Miners, un gruppo sconosciuto ha accumulato il 57,4% della potenza totale di hashish della rete Grin (GRIN) sabato sera. I 2Miners avevano il controllo solo del 19,1% della potenza dell’hashish di GRIN, mentre gli sparkpool minerari si sono piazzati al terzo posto con il 18,9%.

La rete Grin è sotto l’attacco del 51%!

I pagamenti sono fermi. Si prega di estrarre a proprio rischio e pericolo solo perché i nuovi blocchi potrebbero essere respinti.@grincouncil @grin_hub @grin_hub @Hotbit_news @Poloniex @kucoincom @gateio_info @CoinBene pic.twitter.com/6seDSRe8Qw
– 2Miners (@pool2miners) 8 novembre 2020

I dati di GrinScan mostrano che gli aggressori sono stati in grado di riorganizzare almeno un blocco biforcuto, alle 23:17 UTC del 7 novembre. Anche il gruppo minerario sconosciuto ha aumentato il suo controllo da sabato, comandando il 58,1% del tasso di hashish del GRIN al momento della pubblicazione. La 2Miners‘ è salita al 24,6%, mentre la 2Miners‘ è scesa all’11,3%.

Quando un gruppo di minatori controlla più della metà del potere minerario di una rete, può influenzare l’organizzazione dei blocchi, causando potenzialmente la volatilità del prezzo simbolico e distruggendo la fiducia nella catena dei blocchi. Tuttavia, un gruppo minerario che ha il controllo del 51% o più del tasso di hashish di una rete non significa necessariamente che abbia cattive intenzioni – sparkpool ha avuto fino al 60% del potere di hashish della rete in precedenza e, secondo quanto riferito, non ha interrotto la produzione di nuovi blocchi GRIN.

Il token GRIN rimane relativamente invariato al telegiornale, scendendo solo dell’1,3% in un periodo di 24 ore.

La catena di blocchi dell’Ethereum Classic (ETC) ha subito almeno tre attacchi al 51% in agosto, con gli aggressori che hanno causato la riorganizzazione di migliaia di blocchi. A differenza della blockchain ETC – che costerebbe agli aggressori più di 7.000 dollari all’ora per controllare più della metà della potenza di hashish della blockchain – sostenere un 51% sulla rete GRIN costa solo 75 dollari al momento della pubblicazione, secondo la risorsa online Crypto51.

Related Post